trentasette

037 simona comaschi

…..qui, per la prima volta, s’introduce l’idea nietzschiana che la cultura sia un meccanismo elaborato per difendersi dall’imprevedibilità della vita e dalla sua irriducibilità a concetto. Così mentre l’uomo contemporaneo, ormai addomesticato, si premura di mettersi al riparo da ciò che non può controllare, l’uomo non civilizzato, “se un nuvolone temporalesco si rovescia su di lui, si avvolge nel suo mantello e se ne va a passo lento sotto il temporale”. L’ombrello non gli serve.

(M.M.)

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...